Mary Celeste: il mistero della nave abbandonata in mare


loading...

Una vicenda inquietante più che misteriosa è quella che riguarda un brigantino mercantile chiamato ” Mary Celeste “.
La sua storia cominciò salpando dal porto di New York il 7 novembre del 1872 per dirigersi a Genova, carica di 1.701 barili di alcool industriale con al comando il capitano Benjamin Spooner Briggs, imbarcato insieme all’armatore James H. Winchester, i quali erano compropietari della nave.
Winchester fece imbarcare anche la moglie e la figlia di 2 anni, in più a bordo c’erano altri 2 adulti e 4 marinai per poi cominciare la navigazione.
( Fino a quel punto tutto bene, non fosse che circa un mese dopo…)

La ” Dei Gratia “, un altro brigantino mercantile anche esso salpato dal porto di New York dirigendosi verso il mediterraneo, il 4 dicembre si ritrovò a 350 miglia da Santa Maria nella parte più orientale delle ” Azzorre “, dopo avere incontrato mare grosso e fortissimi venti per tutto il viaggio, quella mattinata il tempo cominciò a placarsi.
Verso le 13, il capitano ” David Reed Morehouse “, si diresse sul ponte e in lontanaza intavide una vela, prendendo a mano il cannocchiale per verificsre meglio, notò che stranamente la nave aveva movimenti di navigazione non consoni.

Avvicinadosi sempre più si accorse che la nave non aveva nessuno a bordo, nessuno in vedetta e nessuno al timone, fino a che non era talmente vicino da leggere il nome della nave e capire che con quella si era imbarcato il suo amico Biggs, con il quale si conoscevano molto bene e cominciò a chiamare a gran voce, ma non ricevendo risposta, mandò 3 uomini con una scialuppa a constatare l’accaduto.
Dopo che i 3 uomini rientrarono dopo mezz’ora che furono a bordo della Mary Celeste, emerse che mancava una scialuppa ma la nave era in discrete condizioni, con molte riserve di cibo e di acqua potabile e tutti gli oggetti pesonali erano al proprio posto.
Il comandante Morehouse, decise di portare la Mary Celeste fino a Gibilterra dove le 2 navi attraccarono insieme il 13 dicembre.

Per quella vicenda venne aperta un’inchieta dal Procuratore Capo di gibilterra.
Tante supposizioni presero il sopravvento sull’accaduto, ma tutte sfatate dalle indagini e dal buon senso.
Rimane ancora oggi un mistero aperto su che fine abbiano fatto i passegeri a bordo della Mary Celeste!
C’e chi ha alzato ipotesi del tipo che siano stati catapultati in uno spazio extratemporale o addirittura si vocifera del rapimento alieno…
L’unica cosa certa è che il mistero della Mary Celeste rimarrà tale e mai sapremo cosa accadde realmente…

Tatiana Zuccaro

1,134 Visite totali, 22 visite odierne

Commenti

commenta