IL VIAGGIATORE DEL TEMPO – AL BIELEK


loading...

Sostenendo di aver vissuto nel futuro, ” Al Bielek ” racconta il suo viaggio con tanto di dichiarazioni riguardanti ciò che accadrà.
Facendo parte del famoso ” Philadelphia Experiment “, il quale sarebbe stato un esperimento del 13 agosto 1943 estremamente sofisticato condotto dalla marina militare, dove fece dissolvere letteralmente nell’aria la nave in questione, ” il cacciatorpediniere ED 173 “, il quale si materializzò in seguito a 320 Km di distanza per poi scomparire nuovamente e riapparire a Philadelphia.
In una lettera tenuta nascosta emerse una rivelazione, sembrerebbe infatti che questi viaggi extratemporali possano essere attribuiti al grande genio ” Albert Einstein “, il quale avrebbe sviluppato ” in segreto ” una formula teorica unificata per legare tutte le leggi della fisica.
In seguito all’evento della sparizione avvenuta nell’arco della giornata, Bielek raccontò di essersi svegliato in un ospedale accanto al fratello Duncan.
Ricoverati entrambe per infortunio da radiazioni incorse durante l’esperimento e di aver trascorso in quel contesto ben sei settimane nelle quali i metodi di cura del futuro 2137, erano svolti dai medici attraverso apparecchi di illuminazione e trattamenti di vibrazione.
Bielek disse anche che in televisione tutto il tempo venivano trasmessi notiziari e programmi educativi.
Rivelò anche che nel futuro c’erano un gran numero di cambiamenti geografici, principalmente riguardanti i delineamenti delle coste e cosa non meno importante, città sovrastate dal mare e le infrastrutture degli Stati Uniti erano state distrutte.
Nazioni come ” Canada ” e ” America ” non esistevano più!
Bielek continuò la sua testimonianza sostenendo che nel futuro 2137 il goveno non esisteva ma ci fosse una sorta di legge marziale locale e che la popolazione mondiale sarà ridotta a 300 milioni e che solo quella degli Stati Uniti sarà di 50 milioni.
Bielek afferma di aver collaborato con il governo degli Stati Uniti del nostro tempo e che sarebbero in possesso di tecnologia aliena, la quale in un paio di giorni potrebbe risanare il mondo da scorie nucleari e dalle radiazioni.
Ma il governo si rifiuta di ricorrere a tale tecnologia per questioni politiche, Belek però affermò che verrà utilizzato in futuro per far fronte alle conseguenxe della terza guerra mondiale.

Sucessivamente Bielek continua col racconto affermando poi di essersi ritrovato nel 2749, dove avrebbe vissuto per 2 anni per far ritorno in seguito al 2013 dove incontrò nuovamente suo fratello e entrambe ritornarono nel 1983.
Da quell’esperienza Bielek racconta che nel futuro 2749, vide dei supporti a terra e città galleggianti in grado di muoversi nell’oceano e la popolazione è forrnita di ogni bene di base necessario per la sopravvivenza, mentre la gestione è effettuata da un sistema informatico ad alta intelligenza artificiale non avendo più un governo.
( Finalmente non si pagheranno più le tasse e quant’altro ).
Bielek afferma anche di aver visto una struttura galleggiante cristallina di dimensioni gigantesche la quale dovrebbe permettere comunicazioni telepatiche.
Che sia vero o no…
E’ propriamente una bella visione futuristica…

Tatiana Zuccaro

8,937 Visite totali, 20 visite odierne

Commenti

commenta